Le Sorgenti

sorgenti

PIAZZETTA DEI SAVONI

 

Gli studiosi sostengono che il toponi­mo della località di Triflisco derivi dal latino inter fistula, tra canale d'acqua, ossia tra corsi d'acqua. Questa, infatti, è la peculiarità della zona: i savoni e le sorgenti d'acqua alle quali sono at­tribuite da secoli proprietà salubri. Già in epoca romana Plinio il Vecchio fa riferimento ad un'acqua medica in prossimità del tempio di Diana Tifatina, l'attuale Basilica di Sant'Angelo in Formis, facendo supporre alla presenza di Terme. Tra il XVI e il XVII secolo il car­dinale San Bellarmino, che ebbe modo di frequentare le terme di Triflisco du­rante un suo soggiorno a Capua, in seguito fece spesso richiesta ai pellegri­ni di Roma di portargli un poco d'acqua delle sorgenti di Triflisco.

SavoneLe acque delle polle della zona sono state negli anni og­getto di numerosi studi da parte di diversi Istituti di ricerca. Il più noto è quello dell'Istituto Chimico della Reale Univer­sità di Napoli che ne evidenziò le caratteristiche salutari.

Savone2 Esse mostrano caratteristiche prevalentemente locali, con alti flussi di C02. Questo fenomeno di mineral­izzazione è dovuto a processi di fluidi circolanti e a gas di origine profonda con conseguente variazione delle caratteristiche idrochimiche di ciascun sistema di circolazione delle acque sotterranee a falde sovrapposte.

Il quindicinale "La Giovane Capua"sottolineò in un articolo dell'8 agosto 1909 le proprietà benefiche delle sorgenti di Triflisco. In esso si legge che l'acqua cosiddetta del Salvatore è "di gran vantaggio... in molte malattie delle vie digerenti, in varie malattie epatiche e nelle malattie urinarie".

 

Si sviluppò così la consuetudine di " far passeggiare i cavalli nei savoni", affinché le proprietà dell'acqua ai­utassero a fortificare le ossa degli animali. Nel Novecento furono aperti anche alcuni stabilimenti termali, con cabine dotate di vasche che erogavano acqua calda per l'idroterapia, adatta alle malattie reumatiche. Le acque di Triflisco appartengono alla stessa composizione chimica delle acque della falda nella piana di Riardo, zona di transizione verso la piana del fiume Volturno.

Savone3

 

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.277 secondi
Powered by Asmenet Campania